Fondazione Luigi Longo


Vai ai contenuti

Menu principale:


La guerra: 1939

eventi > mostre > recuperando memoria

4 GENNAIO
Avanzata repubblicana in Estremadura. Solo nella prima settimana di febbraio i nazionalisti riusciranno a bloccarla.
13 GENNAIO
Mobilitazione generale per la difesa della Catalogna.
15 GENNAIO
I ribelli occupano Terragona. Inizia la "Retirada": decine di migliaia di civili si avviano verso la frontiera francese sotto i mitragliamenti dell'aviazione fascista.
26 GENNAIO
Cade Barcellona.
27 GENNAIO
Nella notte il governo francese consente l'entrata in Francia dei profughi civili: "Le donne, i bambini e i vecchi possono essere accolti. I feriti verranno curati. Gli uomini in età di portare le armi devono essere respinti". Saranno accolti 240.000 civili e 10.000 feriti.
1 FEBBRAIO
Ultima riunione delle Cortés repubblicane al castello di Figueras. Mentre viene votata la resistenza a oltranza il colonnello Casado a Madrid inizia contatti segreti con Franco.
5 FEBBRAIO
Circa 250.000 soldati repubblicani ottengono il permesso di entrare in Francia. Sono avviati ai campi di internamento improvvisati sulle spiagge del Roussillon.
9 FEBBRAIO
Il primo ministro Negrin passa la frontiera catalana. Raggiungerà in aereo la Spagna repubblicana del centro.
11 FEBBRAIO
I nazionalisti completano l'occupazione della Catalogna.
13 FEBBRAIO
Il governo nazionalista promulga la "legge sulle responsabilità politiche" che istituisce i tribunali speciali per giudicare "tutti gli atti di sovversione compiuti dal I ottobre 1934 (rivolta delle Asturie) e i delitti di ribellione contro il Movimento del 18 luglio 1936".
23 FEBBRAIO
Muore a Colliure (Francia) il poeta Antonio Machado giunto esule dalla Spagna.
27 FEBBRAIO
Francia e Inghilterra riconoscono il governo nazionalista.
5 MARZO
Il colonnello Casado, assecondato da Julián Besteiro e Cirpiano Mera, costituisce il Consiglio Nazionale di Difesa.
6 MARZO
Negrin, isolato a Elda, lascia definitivamente la Spagna. Scontri a Madrid tra favorevoli e contrari ai negoziati con Franco.
28 MARZO
Le truppe nazionaliste entrano nella capitale.
31 MARZO
Spagnoli e italiani occupano Alicante, ultima città repubblicana.
1 APRILE
Radio Burgos diffonde l'ultimo bollettino di guerra: "Oggi, dopo aver fatto prigioniero l'esercito rosso e averlo disarmato, le truppe hanno raggiunto i loro obiettivi militari. La guerra è terminata".
Gli Stati Uniti riconoscono il governo franchista.



Torna ai contenuti | Torna al menu