Fondazione Luigi Longo


Vai ai contenuti

Menu principale:


Tra memoria e partecipazione. La biblioteca come bene comune

eventi > convegni > Istituzioni culturali del territorio: diseconomiche e superate?

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\00vivarelli.png
Error File Open Error

Le finalità di questo contributo

  • Prendere in esame alcune delle problematiche che investono il modello concettuale ed organizzativo della biblioteca pubblica.
  • Mostrare come i fattori della crisi siano correlati a fattori simbolici e metaforici, economici, culturali, documentari, tecnologici.
  • Introdurre i principali elementi di scenario.
  • Individuare alcuni obiettivi programmatici per il futuro della biblioteca pubblica.
  • Concludere che questo futuro consiste in fondo nella «promozione» della «lettura».


Di che cosa stiamo parlando?

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\01vivarelli.png
Error File Open Error

E se le biblioteche non ci fossero?

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\02vivarelli.png
Error File Open Error

Se venissero distrutte?

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\03vivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\04vivarelli.png
Error File Open Error

Se divenissero la loro ombra?

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\05vivarelli.png
Error File Open Error

Perderemmo la memoria, come a Macondo

«Quando suo padre gli rivelò la sua preoccupazione per essersi dimenticato dei fatti più impressionanti della sua infanzia, Aureliano gli spiegò il metodo, e José Arcadio Buendía lo mise in pratica in tutta la casa e più tardi lo impose a tutto il paese. Con uno stecco inchiostrato segnò ogni cosa col suo nome: tavolo, sedia, orologio, porta, muro, letto, casseruola. Andò in cortile e segnò gli animali e le piante: vacca, capro, porco, gallina, manioca, malanga, banano. A poco a poco, studiando le infinite possibilità del dimenticare, si accorse che poteva arrivare un giorno in cui si sarebbero individuate le cose dalle loro iscrizioni, ma non se ne sarebbe ricordata l’utilità. Allora fu più esplicito. Il cartello che appese alla nuca della vacca era un modello esemplare del modo in cui gli abitanti di Macondo erano disposti a lottare contro la perdita della memoria: Questa è la vacca, bisogna mungerla tutte le mattine in modo che produca latte e il latte bisogna farlo bollire per aggiungerlo al caffè e fare il caffelatte».

Gabriel Garcia Marquez, Cent’anni di solitudine, Milano, Mondadori, 1985.

E dovremmo, di nuovo, inventarci i libri e le biblioteche

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\06vivarelli.png
Error File Open Error

Ordinarli

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\07vivarelli.png
Error File Open Error

Immaginarli

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\08vivarelli.png
Error File Open Error

Alcuni dati statistici

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\09vivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\10vivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\11vivarelli.png
Error File Open Error

Cronache della crisi

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\12vivarelli.png
Error File Open Error

Studi sulla crisi

1923. Paolo Nalli, Le Biblioteche italiane, in Problemi italiani, II (1923), fasc. 16°, p. 250.

1949. Francesco Barberi
«Il problema delle Biblioteche – affer­mava malinconicamente un bibliotecario venticinque anni fa – in Italia non esiste: nessuno ha mai voluto affrontarlo, nes­suno tenterà di risolverlo, almeno per un pezzo», e pur­troppo indovinava.

Francesco Barberi, Le biblioteche, una crisi secolare, (Problemi italiani), «Società», 5 (1949), n.1, p. 74-97.
http://www.bibliotecaitaliana.it/xtf/view?docId=bibit000983/bibit000983.xml


E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\13vivarelli.png
Error File Open Error

2005. Paolo Traniello
Traniello rileva che è essenziale prendere in considerazione prima di tutto l’ «agire umano che soggiace alla formazione delle biblioteche» (p. 167).
Le biblioteche devono essere studiate in quanto luoghi in cui si attua «l’organizzazione sociale dello spazio» (p. 168).


Che fare?

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\14vivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\15vivarelli.png
Error File Open Error

Spazio «pubblico»

Valorizzare la dimensione ‘pubblica’ dello spazio della biblioteca e delle altre istituzioni culturali

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\16vivarelli.png
Error File Open Error

Spazio pubblico come «bene comune»

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\17avivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\17bvivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\17cvivarelli.png
Error File Open Error

Conoscenza come «bene comune»

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\18avivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\18bvivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\18cvivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\18dvivarelli.png
Error File Open Error

Biblioteche come spazi bibliografici e spazi sociali

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\19vivarelli.png
Error File Open Error

Produrre contesti della memoria

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\20vivarelli.png
Error File Open Error

Fare scelte consapevoli

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\21avivarelli.png
Error File Open Error
E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\21bvivarelli.png
Error File Open Error

Avere fiducia

Valori

  • la biblioteca come luogo
  • capacità di gestione
  • il servizio
  • la libertà intellettuale
  • il razionalismo
  • l’istruzione e l’apprendimento
  • l’equità di accesso alla conoscenza e alle informazioni
  • la privacy
  • la democrazia
  • aver fiducia


M. Gorman, Our Enduring Values, 2000

Radicati nello spazio:

  • pubblico
  • ‘bene comune’
  • bibliografico


E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\22vivarelli.png
Error File Open Error

Gli scenari

La crisi di identità della biblioteca pubblica è caratterizzata dalla presenza di una pluralità di:
metafore

  • modelli
  • norme giuridiche
  • pratiche organizzative

Si inserisce in un contesto sociale, informativo, documentario complesso, con molti e concomitanti fattori di cambiamento:

  • Libro / ebook;
  • Testo / ipertesto;
  • Documento / documento digitale
  • Biblioteca / biblioteca digitale;

In questo contesti uno degli elementi chiave è la «convergenza» tra biblioteche, archivi, musei, per l’organizzazione e la gestione della memoria culturale.


I programmi

  • Rafforzare la percezione delle biblioteche pubbliche come infrastrutture libere e democratiche per un accesso critico ai libri ed alle informazioni;
  • Rafforzare, nella comunità bibliotecaria ed in quella civica, la percezione dell’appartenenza delle singole biblioteche ad un sistema unitario e coeso;
  • Migliorare l’integrazione tra biblioteche, archivi, musei, come ‘luoghi’ in cui si organizza dinamicamente la memoria culturale;
  • Individuare percorsi formativi adeguati, che integrino competenze di base, disciplinari, professionali;
  • Qualificare le biblioteche come istituzioni fondamentali per un equilibrato e delicato welfare della conoscenza.



L’obiettivo principale

Imparare a leggere:

  • la biblioteca: le sue collezioni, i suoi spazi;
  • la città: il contesto in cui la biblioteca si situa;
  • le relazioni: tra persone, tra persone e spazio, tra libri e spazio, tra libri, informazioni e persone;
  • i contesti: tra passato e presente, tra partecipazione e memoria, tra ordine e disordine.


Con creatività.

E:\fondazione\sito2013\eventi\convegni\cultura\interventi\vivarelli\23vivarelli.png
Error File Open Error

Scarica pdf | clicca qui|


Torna ai contenuti | Torna al menu